Euthymos Excursions

Martedì, 07 Marzo 2017 20:29

Valanghe: se sai come prevenirle le eviti

Vota questo articolo
(0 Voti)
Montagna innevata Montagna innevata

Quando le temperature scendono e le montagne si innevano la voglia di andare a sciare o fare delle escursioni sulla neve è irresistibile. Vedere il manto bianco è sempre affascinante e rilassa l’animo e, proprio per questo motivo, spesso i rischi che si corrono tra i monti innevati vengono ignorati. Di conseguenza ogni anno sentiamo notizie di tragedie avvenute sulla neve a causa di valanghe o slavine. Purtroppo queste valanghe, nella maggior parte dei casi, sono causate da sciatori ed escursionisti che non adottano alcuna precauzione per evitare il peggio.

Per evitare le valanghe bisogna adottare alcuni accorgimenti fondamentali

- Partire attrezzati con sonda da valanga, pala da neve e dispositivi di emergenza come l’ARVA (apparecchio di ricerca in valanga);

- Riferire a qualcuno che rimane a monte in quale zona si andrà a sciare;

- Informarsi sui percorsi e sul pericolo valanghe;

- In caso di cenno di una possibile valanga allontanarsi immediatamente;

- Fare attenzione ai cambi climatici repentini perché cambiano il manto nevoso;

- Evitare di passare in fosse, circhi, combe, avvallamenti, canali stretti e pendii sottovento inclinati e in ombra;

- Rispettare le distanze e le giuste accortezze per i percorsi più ripidi;

- Non sciare da soli ma nemmeno in gruppi troppo numerosi;

- Tenere in considerazione che in terreni inclinati dai 30 gradi in su il rischio valanga aumenta;

- Il giorno successivo ad una nevicata il manto è instabile e quindi pericoloso. Le basse temperature, invece, rallentano il compattamento della neve e quindi i pericoli aumentano;

- Nelle giornate calde il rischio di valanga è presente anche di fondo, soprattutto nelle ore più calde;

- Evitare zone cespugliose e con boschi radi perché la neve non aderisce bene al suolo;

- Scegliere un itinerario consono alle proprie capacità e prestazioni fisiche.

Nonostante si adottino tutte le precauzioni per evitare la valanga, il rischio non sarà mai nullo, soprattutto nei fuoripista. Bisogna avere quindi il buonsenso di non mettere a rischio né se stessi né gli altri adottando tutte le precauzioni necessarie per ridurre al minimo ogni pericolo. La settimana bianca deve essere sempre piacevole e mai pericolosa.

 

Letto 6298 volte Ultima modifica il Giovedì, 09 Marzo 2017 10:35

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

FaLang translation system by Faboba

Ultime dal Blog

  • Etna, cosa vedere e come arrivare ai crateri
    L’affascinante Etna suscita da sempre fortissime emozioni in chiunque lo ammiri. Al di là del meraviglioso e terribile spettacolo delle eruzioni, caratterizzate da fiumi di lava ardente che arrivano a valle, il vulcano siciliano conquista con la sua maestosità e…
    Scritto %PM, %28 %750 %2022 %17:%Gen Leggi tutto...
  • La vendemmia e l’Etna: tradizione, cultura ed enogastronomia
    Nata dall’unione delle divinità primigenie Urano e Gea, personificazioni del Cielo e della Terra, dall’alba dei tempi l’Etna troneggia su un paesaggio plasmato dalla sua energia e dalle sue eruzioni. Le caratteristiche naturali e antropiche del territorio etneo presentano peculiarità suggestive e affascinanti…
    Scritto %PM, %28 %818 %2020 %18:%Ott Leggi tutto...
  • Catania quinta città nella top ten TripAdvisor: ecco cosa visitare
    Catania è quinta città nella top ten della classifica europea Travelers’ Choice Destinations on the Rise 2018 di TripAdvisor. La classifica si basa sull’interesse dei viaggiatori: emergono ottimi feedback su ristoranti, alloggi e mete da visitare. Ma non finisce qui.…
    Scritto %PM, %08 %683 %2018 %15:%Mar
RICHIESTA DISPONIBILITA'