Euthymos Excursions

2016-12-13

Capodanno in Sicilia: alla scoperta di Castelbuono e Isnello

(0 Voti)

Stai pensando di passare il Capodanno in Sicilia e iniziare il nuovo anno in maniera diversa dal solito? Passa il Capodanno con Euthymos Excursions a Castelbuono e Isnello! Ti aspettano tre giorni di divertimento, cultura, natura, scienza e di eccellenze culinarie. Per richiedere informazioni o prenotare clicca qui.

Scopriamo insieme alcuni luoghi che visiteremo.

Castelbuono

È un paese in provincia di Palermo molto ricco di storia e facente parte del Parco delle Madonie. Già abitato nel neolitico, ha avuto influenze romane, greche, sveve, arabe e bizantine. Le origini del paese però risalgono al 1300 circa con la costruzione del castello circa voluta dal conte Francesco I Ventimiglia. Il paese, con il tempo, si ingrandisce fino a diventare un centro religioso e di cultura, tutt’ora ricco di chiese antiche e testimonianze storiche.
L’artigianato è sempre stato molto prospero, in particolare il restauro, i ricami e la tessitura, i lavori in legno e ferro battuto e i prodotti dolciari.
Il Castello, nel corso degli anni, ha subìto numerose modifiche strutturali influenzate dai vari stili susseguiti nel tempo. È diventato sede del museo civico ed espone reperti storici, manufatti connessi al culto della Patrona Sant’Anna ed evidenzia l’evoluzione storico-architettonica del castello e del territorio.

Parco astronomico delle Madonie

Isnello è stato scelto come sito per la costruzione del parco astronomico più all’avanguardia d’Europa grazie all’assenza di inquinamento luminoso e delle notti fotometriche in cui il cielo è limpido per almeno sei ore consecutive.
Nel parco, perfetto per esperti del settore e non, sono presenti un planetario digitale, una terrazza osservativa con diversi strumenti, un radioscopio, un laboratorio solare, un laboratorio astronomico all’aperto con vari orologi solari e attrezzature per svolgere esperimenti e un laboratorio didattico e divulgativo con una collezione di meteoriti.

Sentiero Monumenti della Natura di Pomieri

Durante il percorso, patrimonio dell’Unesco, troviamo la Rovere di Pomieri di circa seicento anni, un Acero campestre di circa cinquecento anni e un Acero montano di Passo Canale di circa quattrocento anni, tutti di notevoli dimensioni. Proseguendo lungo il sentiero troviamo lecci secolari, faggi, aceri, querce centenarie, piante sempreverdi e agrifogli giganti, unici al mondo per grandezza.

Percorso geologico di Isnello e visita guidata del paese

Questo geosito è molto importante per la comprensione della storia della Terra e del clima. Il percorso evidenzia la scelta dei nostri antenati di collocarsi in un luogo con la presenza di acqua e difese naturali, fondamentali per la sopravvivenza.
Il sentiero conduce al castello per poi passare dalle numerose chiese presenti. Dal centro storico si arriva alla Gola dove è possibile ammirare i piani di faglia, il torrente e un canyon formato tra la sommità del castello e la parete della Montagna Grotta Grande.

In questi suggestivi luoghi il tempo sembra fermarsi per poter dare spazio all’emozione e all’incanto, rendendo il Capodanno davvero indimenticabile.

Letto 1575 volte Ultima modifica il Mercoledì, 11 Ottobre 2017 14:03

socialshare

share on facebook share on linkedin share on pinterest share on youtube share on twitter share on tumblr share on soceity6

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

FaLang translation system by Faboba

Ultime dal Blog

  • L’Etna tra miti e leggende on 29 Dec 2017
    L’Etna è da sempre osservata, temuta e amata da poeti e filosofi del passato e del presente. D’altronde, chi, venendo in Sicilia, non è rimasto incantato dal maestoso vulcano più grande e attivo di tutta Europa? Con le sue eruzioni…
  • Etna & Alcantara on 01 Dec 2017
  • Montagna e galateo: istruzioni per l’uso! on 30 Nov 2017
    Montagna e galateo, un abbinamento che può sembrare strano e inusuale... E invece no! Anche per la montagna esiste un galateo da rispettare. D’altronde l’educazione non va lasciata a casa, soprattutto se si va in un luogo candido come la…
RICHIESTA DISPONIBILITA'